Designer

Alessandra Baldereschi

"Wunderkammer"

Wunderkammer, in italiano “Camera delle meraviglie”, è un'espressione in lingua tedesca usata per indicare particolari ambienti in cui, dal XVI secolo al XVIII secolo, i collezionisti erano soliti conservare raccolte di oggetti straordinari. Abbiamo immaginato una dimora storica ricca di arredi antichi e dipinti preziosi, in cui si inseriscono alcuni elementi contemporanei: un dialogo armonico tra passato e presente che accresce l’incanto del luogo.
Incontri con il design
07 settembre 2016
Alessandra Baldereschi
Informazioni

Biografia

Dopo essere stata contaminata dal gusto nipponico, collaborando con alcune aziende del distretto di Gifu, Alessandra Baldereschi, milanese classe 1975, torna in Italia per collaborare con altisonanti realtà del panorama internazionale come Swatch Bijoux, Fabbian Illuminazione, Moss NY, Dilmos, De Vecchi, Chimento, Coin Casa Design, Seletti, Skitsch e altri marchi, realizzando progetti d’illuminazione e arredo.

Tra le sue esposizioni, spiccano la Biennale di Saint Etienne, Inside Design Amsterdam, il Design Festival di Seoul e la galleria di Moss a New York. Nel 2007 la poltrona “Soufflè” è stata selezionata per “Milano Made in Design” a Pechino e Shangai e nel 2009 Li Edelkoort sceglie le collezioni della Baldereschi per la mostra GLASS al museo DesignHuis di Eindhoven. Nel 2010 Alessandra è nominata tra i dieci migliori designer della nuova generazione da AD Spagna.