Le Dimore

Palazzo Moroni

Con allestimento di Marc Sadler

"Twiggy Surprise"

Twiggy è un segno sottile e naturale nello spazio, che proprio grazie alla sua esilità rimanda all’immagine di una canna da pesca. Rievoca nel nome la modella più famosa degli anni Sessanta, ma la sua forte carica espressiva la associa ad una sorta di canna di bambù che si trova lungo i fiumi, che si muove e poi trova la sua posizione con leggerezza e versatilità. Sofisticata e flessibile, illumina gli interni di Palazzo Moroni. Con la sua forma semplice, estremamente pulita, Twiggy riempie lo spazio con la sua personalità unica. Grandissimo successo di Foscarini, questa iconica lampada disegnata da Marc Sadler scopre e ricopre la sua silhouette in un gioco tutto improntato sul ti-vedo-non-ti-vedo.  
Incontri con il design
20 settembre 2017
Marc Sadler
Informazioni

Storia

Al n. 12 di Via Porta Dipinta si apre il portale d’ingresso di Palazzo Moroni, una delle massime espressioni dell’architettura seicentesca a Bergamo. Il fronte assai sobrio, come la corte dove troneggia la statua di Nettuno, è in netto contrasto con l’impronta barocca data agli interni dagli affreschi di Barbelli che decora il suggestivo scalone e le sale maggiori della dimora, complete di arredi e opere d’arte che testimoniano l’amore per il collezionismo della famiglia Moroni. Un vasto giardino terrazzato si estende a sorpresa partendo dalla balconata interna e include una torre medievale, eleganti parterre e una sezione ad “ortaglia”.